La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

Secondo i dati di Mwani Qatar, ente governativo in carica della gestione portuale locale, i porti qatarini hanno movimentato 110.394 container TEU (Twenty-Foot Equivalent Units) a gennaio di quest'anno, rispetto ai 103.996 dell'inizio 2018. Hanno ricevuto 334 navi nel gennaio di quest'anno, gestendo 30.693 tonnellate di

materiali da costruzione rispetto alle 22.641 tonnellate di aggregati del gennaio 2018. Il 2018 si e' contraddistinto come un anno di grande crescita per i porti in Qatar in tutti i settori. Nel 2018, i porti hanno raggiunto la massima performance annuale per contenitori, navi e bestiame. I porti hanno ricevuto 4.781 imbarcazioni e hanno movimentato 1,34 milioni di contenitori TEU nel corso dell'anno appena trascorso. I dati 2018 (fonte Mwani) evidenziano una movimentazione di: 1,4 milioni di tonnellate di merci generiche; 71.173 veicoli; 324.248 tonnellate di materiali da costruzione e 957.487 capi di bestiame. Hamad Port è stato testimone di un enorme aumento nel movimento navale e cargo nel 2018 e ha raggiunto diversi traguardi. Secondo altra fonte (Qterminals), Hamad Port ha gestito circa 1,34 milioni di container TEU, oltre 1 milione di tonnellate di merci sfuse, oltre 68.000 veicoli e oltre 700.000 capi di bestiame nel periodo gennaio-dicembre del 2018. (ICE DOHA - The Peninsula Qatar)

 

 

 

EN IT