CCIR

I TWEET

Nei primi sei mesi del 2018 le esportazioni italiane verso la Polonia, secondo i dati dell'Ufficio di Statistica Polacco (GUS) sono aumentate del 3,25 rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente, raggiungendo un valore di 5,6 miliardi di Euro. E' invece leggermente diminuito l'export polacco verso l'Italia (-1,7%)

che ha totalizzato un valore di 5,1 miliardi di Euro. L'Italia e' il quarto fornitore della Polonia, alle spalle di Germania, Cina e Russia ,mentre per la Polonia il nostro e' il quinto paese cliente dopo Germania,Francia, Regno Unito e Repubblica Ceca. I settori trainanti delle nostre esportazioni  sono quelli della Meccanica Strumentale, della metallurgia,dei veicoli stradali , della chimica/farmaceutica e della plastica e gomma. Piu' distanziati i settori tradizionali del Made in Italy, quali il sistema moda e l'agroalimentare. Le esportazioni polacche in qualche modo coincidono o sono complementari con quelli del nostro export e vedono primeggiare il settore dei Veicoli Stradali, la meccanica strumentale, la metallurgia e l'industria della plastica.   E' una complementarieta' naturale in considerazione della massiccia presenza di aziende italiane in Polonia,secondo uno studio dell'Ambasciata ammontano a circa 2600 le nostre aziende in Polonia.    (ICE VARSAVIA)

 

 

 

EN IT