CCIR

I TWEET

Nel 2001, durante la presidenza di Ricardo Lagos, i ministeri di Giustizia e Opere Pubbliche hanno firmato un accordo di collaborazione per la costruzione di 10 carceri da affidare in concessione, per un investimento pari a USD 260 milioni. Le nuove infrastrutture avrebbero assicurato la disponibilitá di 16 mila nuovi posti nel

sistema penitenziario nazionale e la loro realizzazione avrebbe previsto, per la prima volta, la partecipazione del settore privato. Di questi 10 progetti ne sono stati costruiti 8: Alto Hospicio, La Serena e Rancagua (Gruppo I), Antofagasta e Concepción (GII), Santiago I, Valdivia e Puerto Montt (GIII). I problemi sorti dalla richiesta dei consorzi aggiudicatari di disporre di ulteriori risorse finanziarie hanno portato alla paralizzazione di alcune delle opere, oltre che al finanziamento, da parte dello Stato dei costi aggiuntivi e alla decisione, infine, del MOP (amministrazione 2006-2008) di non proseguire il programma di affidamento in concessione delle carceri. Un decennio dopo, l'attuale Ministro della Giustizia, Hernán Larraín, sta rivalutando - in base ad un catasto dei centri penitenziari e delle loro capacità di accoglienza - l'opportunitá di invitare nuovamente a partecipare i privati in un prossimo programma di infrastrutture per il settore, apportando le necessarie modifiche al sistema pensato oltre un decennio fa. Le carceri costruite in concessione ospitano oggi il 32% della popolazione carceraria, con percentuali di occupazione che variano dal 49.7% (Valdivia) al 98.2% (Santiago I).  (ICE SANTIAGO)

 

 

 

EN IT