CCIR

I TWEET

Mentre il Sud-Est asiatico ha trovato alcuni benefici dall'intensificarsi delle ostilità commerciali tra Stati Uniti e Cina, il rischio di un conflitto protratto dovrebbe avere preoccupati conseguenze per lo stato dell'economia globale, ha dichiarato il ministro per il commercio e l'industria di Singapore Chan Chun Sing. Ciò avrebbe un enorme impatto

sui mercati finanziari e potrebbe rallentare l'intero livello dell'attività economica, una preoccupazione importante per una piccola economia aperta come quella di Singapore, dove le esportazioni ammontavano al 173% del prodotto interno lordo nel 2017. Per ora, l'economia continua a crescere, con gli economisti che prevedono un'espansione di circa il 3,2% quest'anno, rispetto al 3,6% del 2017. Gli avvertimenti di Singapore arrivano mentre l'élite finanziaria mondiale si prepara a radunarsi a Bali per la riunione annuale della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale la prossima settimana.   Al fine di superare questa tempesta, Singapore deve mantenere aperto il sistema commerciale globale e lavorare a livello nazionale per rendere l'economia più resiliente. Un collasso del sistema potrebbe riportare l'economia globale a dove eravamo 100 anni fa, vicino all'epoca della Grande Depressione, quando tutti pensavano che fosse meglio per loro chiudere i loro confini e lavorare in isolamento, e cio’ sarebbe un grande rischio per il mondo intero. (ICE SINGAPORE - The Edge)

 

 

 

 

EN IT