CCIR

I TWEET

#IMF COUNTRY FOCUS - Europe's Economic Outlook in Six Charts https://t.co/GvQFso88St
#Toscana, nella prima parte dell'anno è proseguita la moderata espansione dell'attività economica, https://t.co/YAAhcuyv4S
#MacchineUtensili: nel terzo trimestre 2018 arretra il mercato interno (-15,3%); bene l’estero (+6,8%)… https://t.co/bKv4VaCB94
RT @assocamestero: Volge al termine la seconda giornata della Convention Mondiale delle CCIE: si è approfondito le prospettive di sviluppo…
4,3 milioni di imprese attive nell’ #industria e nei #servizi di mercato occupano 16,1 milioni di addetti (Istat) https://t.co/WZsOa0e2XT

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli Affari europei, Paolo Savona, ha approvato i due disegni di legge che costituiscono adempimento agli obblighi derivanti dalla appartenenza dell'Italia all'Unione Europea: la delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione Europea

(Legge di delegazione europea 2018); le disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea (Legge europea 2018)

Il disegno di legge di delegazione europea 2018 contiene le disposizioni di delega necessarie per l'adozione di 22 direttive europee pubblicate nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea, nonché per l'attuazione degli altri atti dell'Unione europea necessari all'adeguamento dell'ordinamento interno al diritto europeo.

Il disegno di legge europea 2018 mira invece a dare attuazione a due direttive, garantire la piena attuazione di due regolamenti (UE), affrontare due procedure d'infrazione e tre casi "EU Pilot", dare concreta esecuzione a un Accordo internazionale concluso nel quadro delle relazioni esterne dell'Unione europea e dare attuazione alle linee guida della Commissione europea relative alla direttiva 2005/36/CE sulle qualifiche professionali.

Al fine dell'immediato avvio dell'iter di approvazione parlamentare, i due disegni di legge saranno subito presentati alle Camere, con successiva consultazione della Conferenza Stato-Regioni.

 

 

 

EN IT