CCIR

I TWEET

L’acquisto comodo da casa si diffonde rapidamente. Nel corso degli ultimi dieci anni, il numero di acquirenti on-line regolari in Austria è più che raddoppiato raggiungendo i  4,1 milioni. Vengono acquistati principalmente capi di abbigliamento, tessuti, libri ed elettrodomestici. I più alti tassi di crescita si registrano per calzature,

articoli sportivi, giocattoli e cosmetici. La spesa annuale per lo shopping on-line è quasi quintuplicata nel giro di dieci anni a 7 miliardi di euro, la rapida crescita è in gran parte dovuta anche ai fornitori esteri. Quasi nessun altro paese dell'UE sta vivendo uno spostamento dai canali tradizionali a quelli online come quello austriaco. Il predominio di società straniere, principalmente tedesche, si può trovare in Austria anche nella vendita al dettaglio nei negozi. La Camera dell’Economia austriaca (WKÖ) lamenta una concorrenza sempre più sleale nei confronti da parte di giganti del web come Amazon o Alibaba. Quanto sia difficile la lotta contro questi colossi  è dimostrato dal tentativo delle Poste austriache di creare un mercato di vendita on-line puramente austriaco.  (ICE VIENNA)

 

 

 

EN IT