La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

I TWEET

“Il governo vuole rafforzare la posizione dei porti polacchi sul Baltico”, ha dichiarato il ministro degli investimenti e dello sviluppo Jerzy Kwieciński ieri a Danzica. A tale scopo saranno realizzati progetti nell’ambito dell’infrastruttura portuale, tanto in mare quanto sulla terraferma, ma anche in quello delle infrastrutture di accesso.

L’80% delle merci del mondo viaggia via mare e la Polonia “vuole sfruttare il potenziale dei porti di Danzica, Gdynia e Stettino-Świnoujście”. Importante è anche potenziare i trasporti lungo l’asse nord-sud per garantire un migliore accesso ai porti sul Baltico, e questa è stata una priorità negli ultimi dieci anni. (ICE VARSAVIA)

 

 

 

EN IT