CCIR

I TWEET

TRIBUNA ECONOMICA GOOGLE AMP

Tribuna Economica ha aderito al nuovo progetto tecnologico per editori, AMP di Google.

Dal 2 maggio, tutte le notizie pubblicate nell'edizione online di Tribuna Economica possono essere lette anche in Accelerated Mobile Pages.

Sarà stato un autunno che di autunnale aveva poco, sarà che gli stranieri che viaggiano più a sud rispetto a dove vivono trovano subito uno specchio d’acqua con un clima mite che aveva già conquistato gli antichi Romani, resta il fatto che l’estate per il Lago di Garda e la zona di Verona non si è ancora esaurita.

Peschiera, Lazise, Torre del  Benaco, Bardolino, ma anche sul versante lombardo gli affari sono andati bene: Non era mai accaduto in passato che a questo punto dell’anno fossero aperti ancora tanti alberghi – ha dichiarato alla stampa il direttore del Consorzio turistico Lago di Garda Lombardia Marco Girardi - rispetto alla stagione record del 2016 stiamo parlando del 30% in più”. 

 

(Articolo pubblicato nell’edizione cartacea di Tribuna Economica del 20 novembre 2017)

 

Guardando invece a dati ufficiali e già analizzati, per il turismo veronese e veneto il 2016 è stato l’anno dei record, con 17,9 milioni di arrivi e 65,4 milioni di presenze. Ma il 2017 potrebbe andare ancora meglio secondo le stime presentate dall’assessore regionale al Turismo Federico Caner. A livello regionale, per le categorie degli alberghi e dei campeggi, si registra infatti un aumento dell’8,3 per cento degli arrivi e dell’8,1 per cento delle presenze, con +9 per cento e +7,2 per cento per gli italiani e con +7,8 per cento e +8,3 per cento per gli stranieri. Anche a Verona nel primo semestre di quest’anno si è registrato un aumento degli arrivi (+4,5 per cento) e delle presenze (+4,4 per cento), ma decisamente più contenuto rispetto alla media regionale e rispetto ad altre province come Venezia (+10,1 per cento di arrivi e +11,3 per cento di presenze) o Treviso (+12,4 per cento di arrivi e +10,2 per cento di presenze). Tra le tipologie ricettive considerate, sono i campeggi a crescere di più (+17,3 per cento negli arrivi e +16,2 nelle presenze), mentre gli alberghi salgono a +7,5 per cento negli arrivi e +6 nelle presenze. Tra i turisti più presenti, i tedeschi: sempre nel primo semestre del 2017 hanno fatto registrare 4,8 milioni di presenze, contro i 4,2 milioni dello stesso periodo del 2016, con un aumento del 12,9 per cento. Non è raro vedere anche olandesi o russi sul lago di Garda.

Spesso scelgono di soggiornare an plain air o in strutture di charme sostenibile, come l’Aqualux Hotel SPA Suite & Terme di Bardolino (VR).  Il concetto di benessere non si trova solo nelle otto piscine (interne ed esterne) o nella SPA, ma si concretizza anche nella scelta dei materiali bio-compatibili utilizzati per la sua costruzione: il legno costituisce infatti l’ossatura 100% green dell’hotel. Ma non solo: energie rinnovabili e software gestionali che controllano il risparmio energetico idrico e l’insonorizzazione naturale sono certificati. Tutto ciò, oltre a ridurre l’impatto sull’ambiente, permette di vivere un’esperienza unica di benessere nell’ambito di un eco-sistema che ha ottenuto la certificazione Clima Hotel (Aqualux è la prima struttura non situata in Alto Adige ad aver ottenuto questo importante riconoscimento). L’Hotel dispone di 125 camere e due ristoranti, tra cui la novità EVO (fruibile anche da chi non soggiorna in albergo): i piatti del giovane chef Simone Gottardello sono realizzati prevalentemente con i prodotti del territorio ed esaltati dall’abbinamento a vini a base di uve autoctone - Soave, Valpolicella, Amarone, Bardolino - e al pregiato Olio EVO Viola. Il relax passa dall’acqua e attraverso la SPA: 1000 metri quadrati con differenti cabine per i trattamenti, idroterapia e fangoterapia, saune, bagni a vapore, una fontana di ghiaccio, un calidarium e un solarium.

Per chi invece vuole una sistemazione più pratica e più tranquilla in mezzo al verde, c’è il Residence Montefelice, che mette a disposizione appartamenti per 4 o 6 persone, un ristorante e la piscina. Preso d’assalto a luglio e agosto, tra Pasqua, giugno e ottobre (in concomitanza con la festa dell’uva e del vino di Bardolino) accoglie soprattutto ospiti tedeschi e olandesi. Poco distante c’è Hollywood Dance Club, che si è rivelato negli ultimi 31 anni la realtà più trendy e innovativa della vita notturna sulla riviera. Nel bellissimo giardino vista-lago si passa dalla cena a lume di candela al ballo, accompagnati dalla musica. Si cena "à la carte" a bordo piscina, con piatti della tradizione mediterranea ed ottimi vini, e si brinda sul terrazzo fronte piscina da Sinatra, il Premium Bar con special cocktails e champagnerie. Lo style concept dell' Hollywood è dell’architetto e art director Giampaolo Marconi, per quanto riguarda le forme e parte del décor la firma è di Gianni Gavioli, architetto di fama internazionale. Per la prima volta, quest’anno il locale sarà aperto anche durante la stagione invernale, il sabato sera e i prefestivi.

La sponda veronese del Lago di Garda offre un clima mite per la coltivazione di olive ottime per la produzione di olio, ma non ci si deve dimenticare del vino. Spostandosi verso il capoluogo di provincia si incontrano i Monti Lessini, quasi al confine con Vicenza. Qui, a Roncà (VR) da oltre 40 anni l’azienda Fongaro produce Spumanti Metodo Classico da vitigno autoctono: il Durella prospera sul tipico suolo di origine vulcanica. La particolarità e le specificità del territorio consentono di produrre Spumanti unici per natura nel panorama delle bollicine italiane. Fongaro privilegia da sempre la lavorazione Metodo Classico, ovvero la lunga rifermentazione in bottiglia, che consente di esaltare le caratteristiche dell’uva Durella.

 

Tribuna Economica

(Riproduzione riservata)

 

 

 

 

 

EN IT