I TWEET

#Bankitalia: “Condizioni offerta di #credito alle f#amiglie restano accomodanti” https://t.co/Nm06SM1W4d
RT @ItalyinUAE: #ItalianTaste: check the calendar of events for the 2nd World Week of Italian Cuisine in 🇦🇪. Tens of 🇮🇹 Michelin-starred Ma…
RT @ItalyinALB: #tirana un bell' inizio per questa Seconda Settimana della Cucina Italiana all' insegna della qualità e della sostenibilità…
RT @ItalyinTurkey: 🇮🇹 Inaugurazione ad #Ankara della mostra “Attraverso la cucina” di @PieroCastellano in occasione della #settimanadellacu

TRIBUNA ECONOMICA GOOGLE AMP

Tribuna Economica ha aderito al nuovo progetto tecnologico per editori, AMP di Google.

Dal 2 maggio, tutte le notizie pubblicate nell'edizione online di Tribuna Economica possono essere lette anche in Accelerated Mobile Pages.

L’Ambasciata d’Italia in Tunisia e la Camera Tuniso-Italiana di Commercio e d’Industria (CTICI) hanno organizzato la prima edizione degli Italian Business Oscars (IBO), che si è svolta presso il prestigioso Hotel La Cigale Tabarka Thalasso&Spa, nei giorni 22 e 23 aprile 2017.

 

(Leggi la pubblicazione del 27 marzo 2017 “Rapporti Ambasciate” Tunisia di Tribuna Economica)

 

Una cena di gala è stata organizzata per celebrare le imprese, istituzioni e individui che hanno operato per favorire gli scambi commerciali, gli investimenti e i rapporti economici tra Tunisia e Italia. Durante la cerimonia, sono stati assegnati quattro Oscar alle imprese italiane presenti in Tunisia, un Oscar d’onore per la collaborazione istituzionale nonché un Premio d’Onore per un operatore tunisino nell’ambito del partenariato tuniso-italiano.

Oscar per il miglior GRANDE PROGETTO: assegnato alla società ENI, Ente Nazionale Idrocarburi, impiantato in Tunisia dal 1961. Le sue attività principali sono l’esplorazione, la perforazione e la produzione del petrolio nonché la gestione tecnica del gasdotto TRANSMED che collega l’Algeria all’Italia via la Tunisia, in collaborazione con le Autorità tunisine competenti. Recentemente, l’ENI e l’ETAP hanno firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo delle energie rinnovabili nel Paese.

Oscar per la migliore GRANDE IMPRESA: assegnato al Gruppo Lovato, presente in Tunisia da 20 anni, nel settore del trattamento dei tessuti e la produzione di jeans per grandi marchi internazionali. Le società del gruppo hanno effettuato investimenti importanti in Tunisia sotto forma di terreni, edifici, piattaforme, impianti industriali, tecnologici e software.

Oscar per la migliore MEDIA E PICCOLA IMPRESA: assegnato alla società VueTel, un’impresa di telecomunicazioni, presente in Tunisia dal 2010, operando nel mercato dei servizi internazionali all’ingrosso per voce e dati. I suoi mercati principali sono i Paesi del Mediterraneo e dell’Africa. VueTel lavora dal 2009 nei servizi di terminazione vocale ed ha ampliato la propria offerta commerciale, dal 2015, entrando nel mercato dei servizi dei dati.

Oscar per il migliore INVESTIMENTO: assegnato alla società Opalia Pharma Recordati Group. Primo esportatore tunisino di farmaci e quarto in termini di produzione nell’industria farmaceutica, Opalia Pharma è stata acquisita dal gruppo Recordati nel 2013. La società si posiziona oggi come leader nel settore dei farmaci generici in Tunisia, coprendo tutte le specialità e le classi farmaceutiche, dalla pediatria alla cardiologia, neurologia, urologia e nefrologia.

Oscar d’onore per la migliore COLLABORAZIONE ISTITUZIONALE: assegnato alla società Terna-Rete Elettrica Nazionale S.p.A., azienda italiana di trasmissione di energia elettrica. Terna si è associata alla Società Tunisina di Elettricità e Gas (STEG) nella realizzazione del progetto ELMED per l’integrazione dei sistemi elettrici delle due sponde del Mediterraneo, attraverso un cavo sottomarino con una capacità di transito di 600MW.

Premio d’onore per il miglior PARTNER TUNISINO: assegnato al Sig. Slim Sellami, rappresentante del Gruppo One Tech, che opera in diversi settori (meccatronica, cablaggi, elettronica, informatica), impiegando più di 3000 persone.

Nel suo discorso, l’Ambasciatore d’Italia, S.E. Raimondo De Cardona si è congratulato con la business community italiana per il coraggio e la perseveranza nell’investimento e il proseguimento delle loro attività in Tunisia. Il Presidente della CTICI, Dott. Mourad Fradi, si è complimentato per la costante fiducia dimostrata dagli investitori italiani ringraziandoli per il loro impegno.

 

Il trofeo degli IBO è stato progettato da “Sandini e Corrà Architetti”. La Sig.ra Silvia Sandini ha espresso e combinato i valori delle due nazioni, italiana e tunisina, in particolare l’importanza della collaborazione e del lavoro. La serata è stata animata da Amel Sdiri e Rebis, il duetto nato dall’incontro tra la cantante arabofona Alessandra Ravizza e il chitarrista-compositore Andrea Megliola.  (Assocamerestero) 

EN IT